Archivio per la categoria "news"

Venezia, Ca’ Foscari: Philip Roth between past and future. Literature, history and ethics

(14-02-2012 - romanzieri in news. 0 commenti)

E’ uno dei più grandi scrittori statunitensi della sua generazione e il più premiato: Philip Roth (classe 1933) ha indiscutibilmente raggiunto fama mondiale. I suoi libri sono tradotti in moltissime lingue, i riconoscimenti letterari sono innumerevoli (dal premio Pulitzer per Pastorale Americana, 1998 a vari National Book Awards, al Pen/Faulkner Award fino all’ultimo Man Booker International Prize).
La misura della sua importanza sulla scena letteraria mondiale è attestata dalla pubblicazione della sua opera omnia nella prestigiosa Library of America Edition – unico scrittore vivente ad avere questo onore.
All’opera dello scrittore ebraico l’Università Ca’ Foscari di Venezia dedica una due giorni dal titolo “Philip Roth between past and future. Literature, history and ethics”, in programma all’Auditorium Santa Margherita giovedì 16 e venerdì 17 febbraio 2012.
Nel 2013 l’autore compirà ottanta anni ed il momento sembra propizio per fare un bilancio della sua opera. In questo spirito la Philip Roth Society, nel corso dell’ultimo meeting che si è svolto durante l’American Literature Association Conference svoltasi a Boston lo scorso maggio, ha raccolto il suggerimento da parte di uno dei due membri italiani della society (Pia Masiero, docente di Ca’ Foscari) di organizzare un evento a Venezia che raccogliesse studiosi di varie provenienze sia geografiche che disciplinari.
A questo iniziale progetto ha subito aderito The Venice Center for International Jewish Studies. Ne è così nato il convegno dove saranno radunati i maggiori rappresentanti della scholarship su Roth a livello mondiale.

Odoya edizioni acquisisce Meridiano Zero

(13-02-2012 - romanzieri in news. 0 commenti)

Odoya edizioni di Bologna ha acquisito la casa editrice Meridiano Zero, fondata da Marco Vicentini, che restera’ un marchio a se’ stante, tra continuita’ e differenze. Lo comunica l’ufficio stampa di Odoya. I primi volumi usciranno in aprile, con una nuova veste grafica, curata dal collettivo Meat di Bologna (http://www.tastemeat.com/), e saranno promossi da Pea Italia e distribuiti da Pde.
Saranno pubblicati non solo noir, ma libri di narrativa letteraria tra passato e futuro.
Gli autori dei nuovi volumi provengono non solo dalla Francia e dagli Stati Uniti, ma anche da America Latina, Spagna, Russia, Nord Europa, Asia e Australia.
‘Odoya – spiega una nota della casa editrice – riconosce e si avvale del coraggio che negli anni ha contraddistinto la gestione di Marco Vicentini’.

Paulo Coelho, la pirateria aumenta le vendite

(13-02-2012 - romanzieri in news. 0 commenti)

«Piratate i miei libri!» Lo scrittore brasiliano Paulo Coelho, autore di numerosi bestseller come «L’alchimista» e «Il cammino di Santiago», ha comprato uno spazio pubblicitario su The Pirate Bay (www.thepiratebay.org) per promuovere i suoi libri. Il romanziere che ha venduto oltre 130 milioni di copie nel mondo (in Italia è pubblicato dall’editore Bompiani) ha annunciato di appoggiare il sito di filesharing The Pirate Bay per le sue nuove iniziative di sostegno alla promozione degli artisti indipendenti. Coelho ha quindi esortato i lettori a scaricare gratis tutti suoi libri e si è detto sicuro che da quest’azione di ‘pirataggiò ne deriverà per lui un vantaggio attraverso una maggiore diffusione delle sue opere a stampa. «Le vendite dei miei libri cartecei sono in crescita da quando sono pubblicate su siti peer2peer (P2P). Benvenuti al download dei miei libri gratuitamente», scrive il narratore sul suo blog in un post firmato «With Love, The Pirata Coelho». «Se i miei libri vi piacciono, acquistatene una copia in libreria. Sarà anche questo un modo per dimostrare all’industria che l’avidità non porta da nessuna parte», aggiunge Coelho. Il «pirata Coelho» cita come esempio emblematico il caso dei suoi libri in Russia. Nel 1999, durante un viaggio a Mosca, lo scrittore scoprì di aver venduto ufficialmente circa 3.000 copie del suo libro «L’Alchimista», ma molte di più erano le edizioni pirata che circolavano in terra russa. Un anno dopo, nel 2000, grazie ai libri piratati, la vendita in libreria delle sue opera era salita a 10.000 copie per arrivare a un milione nel 2002, fino a toccare la cifra record di 12 milioni nel 2011 L’appoggio di Coelho a Pirate Bay sta suscitando vasta eco tra i lettori, per lo più con apprezzamenti nei suoi confronti, definito «un visionario» ed anche «un eroe della libertà».

David Copperfield, un regalo per Monti

(13-02-2012 - romanzieri in news. 0 commenti)

Nella ricorrenza del bicentenario di Dickens, il ministro della Cultura del governo britannico ha regalato a tutti i suoi colleghi, a cominciare dal premier, un’opera dell’immortale creatore di Pickwick; ognuna, nelle sue intenzioni, con qualche riferimento al rispettivo ministero. A Cameron ha donato, con ovvia allusione al momento drammatico e contraddittorio che stanno attraversando il suo Paese e l’Europa, due romanzi, Tempi difficili e Grandi speranze, che peraltro andrebbero bene per tutti i presidenti degli Stati europei. Quale opera di Dickens potremmo regalare al nostro presidente del Consiglio, pur sapendo che certamente ce l’ha nella sua biblioteca? Nonostante la mia passione assoluta per Il circolo Pickwick, non avrei esitazioni, anche e soprattutto pensando al gioco simbolico iniziato dal ministro inglese Jeremy Hunt: David Copperfield… Claudio Magris sul Corsera

Happy Birthday Dickens, il più grande dei blogger

(13-02-2012 - romanzieri in news. 0 commenti)

Molto se ne parla, ma se lo merita eccome il vecchio, grande Dickens di essere ricordato il 7 febbraio 2012, giorno del duecentesimo anniversario della sua nascita (forse un po’ più di Vasco Rossi che di primavere ne fa poi solo 60: ma chi l’avrebbe mai detto che erano nati lo stesso giorno l’autore di Vita Spericolata e di Oliver Twist?…meditate facitori di oroscopi, meditate…). Molte cose si sono scritte e si scrivono sul vulcanico e geniale Charles e mi limito ad aggiungerne una sulla sua opera di giornalista… Enrico Brivio su Sole24ore

Cosa ci succede quando leggiamo un romanzo?

(13-02-2012 - romanzieri in news. 0 commenti)

Cosa succede nella nostra mente, nella nostra anima, quando leggiamo un romanzo? In cosa tale sensazione interiore differisce da ciò che proviamo guardando un film, un quadro, o ascoltando una poesia, o un poema epico? Un romanzo può dare, di tanto in tanto, lo stesso piacere che danno una biografia, un film, una poesia, un quadro o una fiaba. Eppure l’effetto vero, esclusivo, di quest’arte è fondamentalmente diverso da quello degli altri generi letterari, del cinema e della pittura. E forse posso cominciare a illustrarvi la differenza raccontandovi ciò che ero solito fare e le complesse immagini che l’appassionata lettura di romanzi suscitava in me quando ero giovane… Orhan Pamuk su La Stampa

Salinger, lettera a Hemingway: sono un idiota, ma resti tra noi

(13-02-2012 - romanzieri in news. 0 commenti)

Coppia improbabile nella Parigi del 1944 appena liberata dagli Alleati, quella del celebre scrittore Ernest Hemingway che offriva champagne al Ritz e si pavoneggiava come se la guerra l’avesse vinta lui, e lo schivo soldatino J. D. Salinger, scrittore anche lui ma semisconosciuto, e reduce da due durissimi anni di guerra combattuta davvero, durante i quali aveva partecipato allo sbarco in Normandia ed era stato tra i primi a subire lo shock di entrare in un campo di concentramento… continua su La Stampa