Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Ottobre 2006
domlunmarmergiovensab
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
archivi
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1812201702

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Chiara Daino, La Merca

Voi sapete che cos’è La Merca? È un marchio: quello che si impone ai corpi (innocenti). E' un nuovo Bildungsroman: capovolto, crudo, ironico. L’autore piega la vecchia lingua, grassa, per sondare le piaghe/pieghe di una realtà diffusa e taciuta: la vita che vive d’arte, e l’arte-vita che si innesta sul d.c.a.

Agli occhi del mondo: «disturbo del comportamento alimentare»; ma è il mondo stesso a soffrire come un disturbo l’esistenza di Jenny, la protagonista; e la malattia di Jenny, se è tale, è questo mondo. Jenny è solo stanca. I Neologismi e la Contaminazione della Lingua magra (e nuova) ricamano le personae parlanti (e dire è dire tutto, contro tutti, sempre): il lettore valuterà il peso della materia, che si fonde con il verbo lieve. Nessun moralismo e nessun patetismo: qui il Bíos è teso. L'arco di Eraclito è vita e morte. E l'editor di un'opera così sperimentalmente tesa e ironica ne rivive ogni parola; ricorda, soprattutto, come la letteratura non sia una pura trascrizione della vita (e la vita non è un puro semenzaio di cose dicibili), ma un'opera e un parto (e pARTO). Si è oltre, perché il concetto che si ha della vita e della parola è troppo estremo per affossarlo prima, per insultarlo e insultarsi...

Chiara Daino, La Merca

# Pubblicato da Massimo Sannelli in ~ 14.10.06 18:02 permalink