Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Ottobre 2006
domlunmarmergiovensab
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
archivi
biblioteche
curiositÓ
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100░
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1512201713

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Eraclito teorico del divenire

Eraclito (Efeso ca. 520-ca. 460 a. C.) discendeva dai re di Efeso; a causa del suo linguaggio particolarmente ermetico fu soprannominato skateinos, l'Oscuro. Del pensatore si sono tramandati 100 frammenti, che, diversamente da come ritiene la tradizione, non sono degli aforismi, ma formavano un' opera unitaria Si hanno di lui un centinaio di frammenti della sua opera Sulla natura (Perý physeos in greco), dalla scrittura immaginosa, criptica e sapienziale. Eraclito si concentr˛ in special modo sul problema dell'origine dell'universo, e da questo problema deriv˛ una serie di ipotesi riguardanti l'uomo, in ci˛ differenziandosi apertamente dagli altri fisiologi della Ionia, che, tranne forse il solo Anassimandro, non affrontarono mai chiaramente il problema della posizione dell'uomo sulla Terra. Nell'interpretazione di Eraclito bisogna fare una distinzione dicotomica tra la parola e la cosa: infatti, mentre la parola Ŕ rivelatrice e come tale rende manifesta la veritÓ, che Ŕ immodificabile e sempre uguale a sÚ stessa, la cosa Ŕ sempre in movimento, cambia incessantemente e nel suo variare nega in qualche modo l'idea stessa di identitÓ... continua

# Pubblicato da staff in risorse web ~ 03.08.05 09:38 permalink