Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Ottobre 2006
domlunmarmergiovensab
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
archivi
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1312201713

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Emile Boutroux, Sul determinismo

Si possono distinguere nell’universo piú mondi che formano come dei piani sovrapposti gli uni agli altri. Questi sono, al di sopra del mondo della pura necessità, della quantità senza qualità, che è identica al niente: il mondo delle cause, il mondo delle nozioni, il mondo matematico, il fisico, il mondo vivente, e, per finire, il mondo pensante.
Ciascuno di questi mondi sembra all’inizio dipendere strettamente dai mondi inferiori come con una fatalità esterna, e trarre da essi la sua esistenza e le sue leggi. Esisterebbe forse la materia senza l’identità generica e la causalità, i corpi senza la materia, gli esseri viventi senza gli agenti fisici, l'uomo senza la vita?
Tuttavia, se si sottopongono a un esame comparativo i concetti delle principali forme dell’essere, si vede che è impossibile connettere le forme superiori alle forme inferiori con un nesso di necessità.
Si ragiona a priori? Non si possono estrarre le forme superiori dalle forme inferiori per via d’analisi perché esse contengono degli elementi irriducibili a quelli delle forme inferiori. Le prime trovano nelle seconde soltanto la loro materia, e non la loro forma. Il nesso delle une in rapporto alle altre sembra come se fosse radicalmente sintetico.
Sarebbe tuttavia un nesso necessario, se fosse posto dallo spirito, al di fuori di ogni esperienza, in un giudizio sintetico causale a priori.
Ma le forme che supporrebbero una origine a priori non sono quelle che si applicano alle cose date o anche alla conoscenza delle cose; mentre le formule che veramente chiariscono la natura delle cose date derivano dalla stessa esperienza.
L’esistenza dei diversi gradi dell’essere non è dunque necessaria di diritto.
Il ragionamento a posteriori prova forse che lo sia di fatto?... continua

# Pubblicato da staff in curiosità ~ 02.08.05 10:08 permalink