Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Ottobre 2006
domlunmarmergiovensab
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
archivi
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1312201713

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
La tragedia dell'ultimo Caravaggio

28 maggio del 1606 Michelangelo Merisi uccide a Roma Ranuccio Tomassoni. Questi era un capo rione e girava armato, come del resto il pittore; i due dovevano essersi guardati in cagnesco già prima di quel giorno, ma che cosa abbia scatenato il furore omicida del Caravaggio, o lo abbia costretto a sguainare il pugnale per legittima difesa, con certezza non si sa. La sera del 28 maggio inizia la sua fuga, che coincide anche con l'ultimo periodo della sua attività di artista, conclusasi nel 1610, anno della morte, sopraggiunta il 18 luglio, giorno in cui il Caravaggio si era trascinato da Porto Palo a Port’ Ercole in Maremma, e qui era stato raccolto e per brevissimo tempo ricoverato in un piccolo ospedale, adibito al soccorso dei malati terminali. Dal 1606 al 1610 sono quattro anni di spostamenti frenetici e fecondi, funestati dall'ossessione di venire acciuffato e giustiziato come prescriveva il bando capitale da cui era stato colpito dopo l'omicidio del Tomassoni. L' "ultimo Caravaggio" è tragico e la tragedia della sua vita si riflette nelle sue opere, ma non dobbiamo figurarci in lui l'impeto tragico di un titano che si leva a bestemmiare i cieli, bensì lo sfinimento di un uomo arreso e ormai svuotato di ogni speranza, con il «cervello stravolto», come un committente siciliano, Niccolò di Giacomo, ebbe a testimoniare incontrandolo di persona a Messina nell'agosto del 1609. Da Roma a Port’ Ercole le tappe della fuga di Caravaggio sono costellate di opere, a volte prove di grande bellezza, a volte documenti di una urgenza creativa concitata e affannosa.... continua

# Pubblicato da romanzieri in curiosità ~ 20.07.05 10:47 permalink