Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Ottobre 2006
domlunmarmergiovensab
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
archivi
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1612201723

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Oswald Spengler

L'opera di Spengler (1880-1936) segna l'inizio di involuzione dello storicismo tedesco contemporaneo, che si compie attraverso il ritorno alla concezione romantica della storia (già preannunciata negli ultimi scritti di Simmel) e la riduzione dello storicismo e relativismo storico.
Nella sua opera maggiore, Il tramonto d'Occidente, Spengler vede la sconfitta della Germania come il segno del declino della civiltà occidentale, declino considerato come momento inevitabile di decadenza a cui giunge ogni civiltà. Le diverse civiltà che costituiscono il mondo storico vengono infatti interpretate da Spengler come organismo biologici, che nascono, si sviluppano, invecchiano e infine muoiono, secondo la legge ineluttabile della sua specie.
Anche la civiltà occidentale è quindi destinata ad estinguersi.
Il ciclo evolutivo è analogo per tutte le civiltà, ma è diverso il patrimonio biologico di ognuna: ogni civiltà da origine a un proprio mondo simbolico, le cui manifestazioni valgono e sono comprensibili soltanto all'interno di essa. Da ciò la conclusione relativistica a cui Spengler perviene: tra le varie civiltà non è possibile alcuna comunicazione, poiché non vi sono valori comuni tra esse... continua

# Pubblicato da staff in risorse web ~ 08.08.05 10:52 permalink