Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Ottobre 2006
domlunmarmergiovensab
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
archivi
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1412201723

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Turutùn turutùn turutùn, Illustrazioni per le fiabe siciliane raccolte da Giuseppe Pitrè

Le fiabe di Giuseppe Pitrè sono l’occasione per un percorso artistico, realizzato dagli studenti dell’Accademia delle Belle Arti di Palermo e sviluppato attraverso un’indagine creativa svolta sull’opera dell’etno-antropologo siciliano.
Turutùn turutùn turutùn, Illustrazioni per le fiabe siciliane raccolte da Giuseppe Pitrè è il titolo della mostra nei saloni espositivi del Museo Pitrè (viale Duca degli Abruzzi 1), e che sarà possibile visitare fino al 31 agosto.
Giuseppe Pitrè, raccoglitore e catalogatore delle testimonianze della cultura popolare siciliana tra Otto e Novecento e fondatore della disciplina che volle chiamare “demopsicologia”, non limitò i suoi interessi agli oggetti d’arte e a quelli di uso quotidiano, ma si adoperò per conservare anche i prodotti della “cultura immateriale”, quali fiabe, filastrocche, proverbi, scioglilingua, indovinelli, canzoni e poesie, il più delle volte tramandati solo oralmente di generazione in generazione e da lui ascoltati dalla viva voce dei popolani e dei contadini. Per ciò che riguarda in particolare le fiabe, frutto di questa meticolosa ricerca furono i quattro volumi di Fiabe, novelle e racconti popolari siciliani che fanno parte della sua monumentale Biblioteca delle tradizioni popolari siciliane e che furono editi a Palermo da Pedone Lauriel nel 1875. Continua qui
Qui l'originale pagina di Wikipedia

# Pubblicato da staff in visioni ~ 22.07.05 18:02 permalink