Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Ottobre 2006
domlunmarmergiovensab
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
archivi
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1612201723

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Avicenna, L'intelletto e gli intelletti

Intelletto è un nome che si usa in sensi multipli. Si chiama intelletto la salute mentale originaria nell'uomo. La sua definizione è allora: una facoltà mediante la quale si opera la distinzione tra il bello e il brutto. Si dice ancora intelletto ciò che l'uomo acquisisce di leggi universali mediante l'esperienza e si definisce: significati raggruppati nello spirito, premesse da cui si scoprono i vantaggi e i fini. In altro senso si dice che l'intelletto è una lodevole disposizione che appartiene all'uomo nei suoi movimenti, i suoi riposi, la sua parola, la sua scelta.

Questi tre sensi sono quelli in cui la massa degli uomini usa il termine intelletto; ma presso i filosofi questo ha otto significati:


1. L'intelletto di cui parla Aristotele nel libro del sillogismo. Esso differisce dalla scienza. Questo intelletto, egli dice, designa i concetti, e gli assentimenti che provengono dall'anima mediante lo spirito, mentre la scienza è ciò che risulta da acquisizione esteriore. Poi vengono gli intelletti ricordati nel Libro dell'anima.


2, 3. L'intelletto speculativo e l'intelletto pratico. Il primo è una facoltà dell'anima che riceve le quiddità delle cose universali in tanto che esse sono universali. Il secondo è una facoltà dell'anima che è principio motore della facoltà appetitiva, verso ciò che essa ha scelto di particolare in ragione di un fine intravisto. Si chiamano intelletto anche numerose forze dell'intelletto speculativo.


4. L'intelletto materiale, facoltà dell'anima preparata a ricevere le quiddità delle cose astratte dalle materie.


5. L'intelletto in abito, che è l'intelletto materiale perfezionato in modo da divenire una potenza vicina all'atto mediante attuazione di ciò che Aristotele chiama intelletto nel Libro del sillogismo.


6. L'intelletto in atto, che è il perfezionamento dell'anima in una forma qualunque, ossia una forma intelliggibile al punto di intendere quest'ultima e racchiudere mediante l'atto la stessa allorché lo vuole.


7. L'intelletto acquisito, che è una quiddità astratta alla materia, la quale è fortemente impressa nell'anima come un'attuazione proveniente dal di fuori.


8.
Gli intelletti che si dicono agenti, che sono tutti quiddità completamente pure da materia.
Ed ecco la definizione dell'intelleto agente: esso è, in quanto intelletto, una fama sostanziale la cui essenza è di essere quiddità fusa da ogni mescolanza con la materia e ciò per se stesso e non per astrazione che altri ne faccia fuori dalla materia e delle connessioni della materia, al modo che viene ottenuta la quiddità di ogni ente. In quanto intelletto agente esso è una sostanza avente l'attributo di cui abbiamo parlato e a cui appartiene il compito di far passare, illuminandolo, l'intelletto materiale dalla potenza all'atto.


da Epistole delle definizioni, in Grande Antologia Filosofica, ed. Marzorati


quiddità=le cose così come sono

# Pubblicato da staff in antologica ~ 21.07.05 08:23 permalink