Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Ottobre 2006
domlunmarmergiovensab
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
archivi
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1412201714

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Addio a Gina Lagorio

E' morta questa mattina a Milano la scrittrice e saggista Gina Lagorio, nata a Bra (Cuneo) nel 1922, da decenni residente a Milano. Ex parlamentare e moglie dell'editore Livio Garzanti, Gina Lagorio, aveva consegnato poche settimane fa il suo ultimo libro, 'Capita', alla casa editrice Garzanti. I suoi funerali saranno celebrati martedi' da don Luigi Ciotti, nella Basilica di Santa Maria della Passione a Milano.
su ansaweb
Raccontare è stato per me una seconda maniera di essere, una risposta istintiva al bisogno di espressione per impadronirmi del mondo, attraverso un tipo diverso di conoscenza». Questo dice di sè Gina Lagorio, avida lettrice, e scrittrice di origini piemontesi, ospite della settimana di Damasco. Cinque puntate per raccontare di sè, dei ricordi, delle preferite letture. La visione dell'arte e della vita di Sbarbaro, che considera il suo maestro, è quella che più l'ha influenzata, e a cui ha guardato come una meta non solo letteraria... su Radio3

Nata in Piemonte, a Brà, vicino Cuneo, è legata alla sua terra da tutta la vita. Nelle sue opere, emergono i paesaggi piemontesi sullo sfondo della tenuta di famiglia, che le comunicarono una sensibilità particolare.
Tra gli elementi che hanno influenzato il suo stile, una rilevanza particolare va data anche agli scrittori Pavese e Fenoglio, per il Piemonte, e Barile e Sarbaro, per la Liguria.
Figlia unica, Gina, sviluppò una passione per la lettura e la scrittura, e si laureò in Letteratura Inglese all'Università di Torino. Collaborò con molti giornali, ed iniziò la sua carriera da scrittrice verso i trent'anni, con Un ciclone chiamato Titti, del 1969, dedicato a sua figlia. Questo periodo finì con la morte del marito, per cui scrisse Approssimato per difetto (1971).
Nel 1974, si stabilì a Milano, attratta dalla vita culturale della città, e li intraprese la carriera politica, battendosi per i diritti delle donne. Nel 1987, fu eletta al Parlamento, in una lista indipendente di Sinistra. Nel suo romanzo più recente, Tra le mura stellate (1991), espresse il suo desiderio di tornare a Cherasco, nel suo amato Piemonte, e nel 1997 ha pubblicato il saggio Inventario... su italiadonna
Tutti i viaggi sembrano ricondursi ad una stessa unica dimensione. Reale o letterario, il viaggio, prima ancora che fuori, è qualcosa che si fa dentro se stessi, come metafora della vita. Quando si parla di scrittori di viaggi si parla di uomini e… i viaggi più profondi ed irrinunciabili sono quelli fatti all’interno di se stessi. «Caelum non animum mutant qui trans mare currunt»... su italialibri
I segnali sono tanti. E tali da dare brividi di ribrezzo o da precipitare nella depressione chi per esperienza li riconosce: la violenza, l'irrazionalismo, il razzismo, il gusto delle divise e degli slogans sull'onda di una rinata - o sempre rinascente? nostalgia. Nelle memorie ancora vigili, i tristi fantasmi riapparsi danno l'allerta, o vorrebbero darla, a chi sonnecchia nel benessere raggiunto, forse anche per sazietà di troppa logorrea di politica spicciola. Tra le ombre che inquietano l'Europa ancora capace di pensare, quella di un possibile ritorno all'autoritarismo, a situazioni volte al soffocamento delle libertà, è la più minacciosa. Forse, per esorcizzarla, varrebbe la pena, ancora una volta, di ricordare. Non può insegnarci niente la tragica maestra senza scolari che è la storia, se, appunto, chi è più consapevole per l'esperienza vissuta, non ne cerca il memento ovunque sia possibile, e non già sui manuali che annotano solo le battaglie i proclami i colpi di Stato, così lontani, e apparentemente irripetibili. Può accadere invece di riconoscere familiare il passato, nelle gratuite memorie degli scrittori, e di scoprire che certe temperie non ci sono, ahimé, poi tanto estranee. Quel passato somiglia tanto all'oggi... su classicitaliani
La cortesia che deriva dalla cultura e dalla gentilezza d'animo, la passione per la lettura e la vivacità culturale di una donna maturata tra letture ed intense esperienze di vita: questa è Gina Lagorio, una scrittrice capace di riconoscere l'autenticità dei nuovi fermenti, ma di non dimenticare il passato... su caffeletterario

# Pubblicato da romanzieri in notizie ~ 17.07.05 16:36 permalink