Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Ottobre 2006
domlunmarmergiovensab
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
archivi
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1512201716

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Alice nel castello delle meraviglie: il mondo fuori forma e fuori tempo nell’arte italiana del Novecento

Che la storia cominci… fino al 18 settembre le Sale Viscontee del Castello Sforzesco di Milano si aprono a una esposizione pensata e realizzata per avvicinare all’arte contemporanea proprio il pubblico che abitualmente frequenta il Castello, formato da famiglie, studenti e bambini, cui la mostra dedica una ricchissima pagina didattica.
Partendo dall’opera letteraria del matematico e scrittore inglese Reverendo Charles Dodgson, alias Lewis Carrol, pubblicata per la prima volta nel 1865, si compie un lungo viaggio all’interno del mondo nell’arte italiana del Novecento, dove, in analogia alle esperienze di Alice, nulla è davvero o solo ciò che sembra e ogni opera rappresenta il modo particolare dell’artista di vedere le cose.
Lo stesso allestimento negli otto ambienti predisposti ad ospitare le quarantaquattro opere in mostra segue i dodici capitoli della storia di Alice con le sue continue metafore, partendo proprio dalla tana del coniglio bianco, da dove Alice cade e inizia il suo viaggio in un mondo di non sensi e paradossi. L’opera di Dadamaino del 1958, Volume, diventa così ingresso alla mostra e passaggio fondamentale per incontrare l’arte del Novecento, che si è spesso servita della verosimiglianza per mostrare la realtà in modo anomalo, e dove la simbologia sul concetto di soglia e passaggio viene arricchita dal superamento della superficie piana della pittura; sino ad arrivare allo Specchio di Michelangelo Pistoletto, proponendo al visitatore, ancora una volta, un passaggio obbligato da una dimensione magica a una reale, o se si vuole, il ritorno allo sfasamento spazio-temporale e alla percezione di una realtà dove tutto è possibile, con la stessa facilità con cui Alice gioca ad entrare nel mondo eccentrico, folle e privo di logica al di là del suo specchio... Su Exibart

# Pubblicato da Mila Wales in visioni ~ 08.07.05 18:56 permalink