Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Ottobre 2006
domlunmarmergiovensab
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
archivi
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1412201705

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Picasso. La Seduzione del Classico

Bisogna uccidere l’arte moderna, cioè sè stessi, se si vuole continuare ad essere in condizione di fare qualcosa

Picasso è stato un genio con una straordinaria capacità di tradurre in segno grafico tutto ciò che gli passava per la testa. A Como, fino al 17 luglio, nella neoclassica Villa Olmo, sono in mostra centotrenta opere, tra dipinti, disegni, arazzi, incisioni, sculture e ceramiche. La mostra è suddivisa in quattro momenti della produzione del maestro andaluso: quello delle prime prove, a partire da un acquarello su carta del 1895 in cui ritrae il padre avvolto in una coperta, e delle prove di nudo in Accademia; quello intorno al suo soggiorno in Italia del 1917 che gli lascerà le suggestioni delle radici greche di Napoli e di Pompei e di una Roma classica e rinascimentale; quello che ha come centro la tauromachia e la figura mitica del Minotauro e il cui pezzo forte è lo straordinario La deposizione del Minotauro in costume di Arlecchino, un sipario di 8 metri per 13 realizzato nel 1936 per il testo teatrale di Romain Rolland Le Quatorze-juillet; e infine l'ultima sezione che analizza quello che la critica definì il ritorno al Mediterraneo di Picasso, con opere del periodo intorno agli anni quaranta.
Durante tutto il periodo di apertura della mostra verrà rappresentato uno spettacolo teatrale creato appositamente per l'evento: L'ultima notte di Antigone. Il testo e la regia di Marco Filatori mettono in scena il rapporto che ha legato Picasso a Jean Cocteau, soprattutto nel periodo del loro viaggio in Italia a seguito della compagnia del coreografo russo Djaghilev.

La mostra

# Pubblicato da Mila Wales in visioni ~ 16.05.05 14:27 permalink