Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Ottobre 2006
domlunmarmergiovensab
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
archivi
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1412201709

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Frankenstein e il problema della responsabilità

C’è un’immagine che ricorre spesso nelle discussioni sull’eugenetica ed in generale sulle bioingegnerie: la figura del dottor Frankenstein. Protagonista di un romanzo nato da una competizione letteraria, Frankenstein è diventato il capostipite di un genere narrativo a sé stante, assicurando allo script di Mary Shelley un successo inaspettato: dalle novelle di ambientazione gotica ai films horror contemporanei, nessun altro personaggio è stato altrettanto imitato, riprodotto e riutilizzato. Trasformato per un secolo in pretesto cinematografico e teatrale, spesso senza alcun riguardo per l’originale, ha subito tutte le metamorfosi e gli arrangiamenti che toccano alle storie paradigmatiche: del dottor Frankenstein si è fatto un tipo, lo studioso pazzo e senza scrupoli che si propone come missione scientifica la creazione dell’uomo in laboratorio. Parallela alla vita pubblica del romanzo si svolge la vita pubblica del simbolo, probabilmente in un senso che non era nelle intenzioni dell’autrice. Per via di una fusione semantica molto discutibile, al nome Frankenstein si associano indifferentemente sia il dottor Frankenstein che la sua “creatura” e i tratti propri di ciascun carattere si contraggono all’interno di un mito unico: il mito dell’uomo creato dall’uomo, secondo la formula con cui abbiamo imparato a rappresentare filosoficamente il mostro per antonomasia (intendendo qui, con mito, una narrazione simbolica che sopravvive nella tradizione orale e nella vita quotidiana in maniera quasi del tutto autonoma rispetto al testo scritto, che pure è chiaramente disponibile)...
su Roquentin

# Pubblicato da romanzieri in risorse web ~ 25.03.05 09:47 permalink