Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Ottobre 2006
domlunmarmergiovensab
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
archivi
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1212201718

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Umberto Boccioni. Incisioni, ex libris, manifesti, illustrazioni

Un Boccioni quasi inedito è in mostra fino al 10 aprile al Castello Sforzesco di Milano. Ben 67 tra incisioni, illustrazioni, ex-libris e copertine per la "Rivista mensile del Touring Club" e per "L'Illustrazione italiana".
I suoi primi tentativi di acqueforti risalgono al 1907 quando incrocia un certo Zezzos che lo apre ai rudimenti dell'incisione. L'incontro è descritto sui suoi "Taccuini", così come i vari ingredienti con relative dosi, che l'amico gli consigliava per incerare le lastre .
L'attività di Boccioni incisore precede la sua adesione alle tesi futuriste, e con quelle si spegne, ma non è affatto marginale nell'analisi complessiva della sua opera. Diversamente, quella di illustratore di riviste e di ex-libris, come ancora annota, gli serve solo per guadagnare. Anzi, pur essendo durata un breve arco di anni, l'incisione è l'attività febbrile di un Boccioni poverissimo, che stampa le lastre sui due lati per risparmiare, e che al primo guadagno si compra subito un torchio per stamparle da sè.
I soggetti sono i consueti: la madre, la sorella Amelia e Ines, indagate in profondità attraverso i chiaroscuri e le punte secche, le vedute di Venezia dove incominciò a incidere, le composizioni, le periferie.
Qui Boccioni e la sua opera
Qui le informazioni sulla mostra

# Pubblicato da Mila Wales in visioni ~ 14.03.05 10:14 permalink