Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Ottobre 2006
domlunmarmergiovensab
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
archivi
biblioteche
curiositÓ
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100░
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1412201721

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Incandescente eros di Chateaubriand

Da qualche anno Ŕ in corso una rivalutazione critica de Les Natchez, la saga indiana che Franšois-RenÚ de Chateaubriand compose durante il suo esilio inglese, tra il 1794 e il 1799. Fuggito nottetempo a Londra dalle fiamme della Rivoluzione, con la famiglia decimata e senza pi¨ un soldo, il giovane scrittore bretone si ritrov˛ a comporla nello spazio angusto della soffitta in cui cercava di sopravvivere agli stenti, grazie a saltuari incarichi da precettore e ai modesti sussidi che anonimi benefattori devolvevano a favore degli immigrati come lui in difficoltÓ. Libro controverso, segnato dalla coesistenza, non di rado conflittuale, di molteplici registri narrativi, il lavoro sugli indiani ribelli della Louisiana - che nel 1722 erano insorti contro i coloni francesi, resistendo strenuamente per sette anni ai tentativi di repressione coordinati dalla Compagnia d'Occidente - doveva mostrarsi, nelle intenzione dell'autore, come una messa in causa dell'enorme congerie di materiale etnografico raccolto durante il suo viaggio del 1791 nell'America del Nord, e, almeno in parte, giÓ usato come supporto documentario per la stesura del ben pi¨ noto e famoso Saggio sulle rivoluzioni. Pubblicando quest'ultimo lavoro di taglio prettamente storico-comparativo, trovandosi ancora in sintonia con l'acceso anticlericalismo e in pieno accordo con lo stile dei philosophes, Chateaubriand era riuscito solo in parte nell'impresa di guadagnarsi i favori degli ambienti londinesi vicini ai fuoriusciti francesi (in sostanza nobili decaduti, privati di titolo e terra, e scampati alla ghigliottina), e, soprattutto, non aveva ottenuto quei consensi e quella notorietÓ a cui, neppure troppo segretamente, la sua ambizione mirava. NotorietÓ che raggiunse solo nella primavera del 1802... su Il Manifesto

# Pubblicato da romanzieri in curiositÓ ~ 25.02.05 16:08 permalink