Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Ottobre 2006
domlunmarmergiovensab
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
archivi
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1512201711

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Verne, un ottimista con l'angoscia del futuro

La Francia si prepara a celebrare - a partire da quest’oggi- con una miriade di manifestazioni che si concentreranno soprattutto in due città, Nantes e Amiens, il centenario della morte di uno dei suoi figli prediletti, Jules Verne ( 8 febbraio 1828-24 marzo 1905), lo scrittore che ha vestito la scienza con i panni della letteratura, l’inventore del romanzo cosiddetto «di anticipazione scientifica», l’ex agente di cambio che con i suoi «Viaggi straordinari» ha infiammato innumerevoli generazioni di lettori. Nantes, dove è nato e ha vissuto i primi suoi diciannove anni («Il tempo ha la vita dura a Nantes, e non si ammazza facilmente»), e Amiens, dove, dopo una lunga parentesi parigina, si è stabilito fino alla morte, se ne sono disputate a lungo il lustro e la memoria e alla fine si sono divise la mela a metà. Festeggeranno entrambe, spartendosi in parti uguali i sostanziosi finanziamenti statali.
Tra sei anni cadrà il centesimo anniversario della morte del «Verne italiano», Emilio Salgari, ed è dubbio che l’Italia si comporterà come la Francia. Nel 1962, il centenario della nascita del padre di Sandokan passò nell’oblio, sia a Verona che a Torino, le due città che, più che contenderselo, si sono beccate sull’accento del suo cognome, continuando la prima a pronunciarlo, giustamente, con l’accento piano e la seconda con l’accento sdrucciolo... su L'Arena

# Pubblicato da romanzieri in notizie ~ 08.02.05 13:29 permalink