Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Ottobre 2006
domlunmarmergiovensab
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
archivi
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1512201710

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Si chiamava Jeronimo de Pasamonte l’autore del seguito apocrifo del «Don Chisciotte»

Jeronimo de Pasamonte, un aragonese che partecipò con Miguel de Cervantes alla battaglia navale di Lepanto contro i turchi (1571) , sarebbe l’autore della seconda parte apocrifa del Don Chisciotte, uscita prima dell’originale e firmata a suo tempo con lo pseudonimo di Alfonso de Avellaneda. È quanto è emerso al congresso di Valladolid per il quattrocentesimo anniversario della pubblicazione del «Don Chisciotte della Mancia». A indicare l’autore del libro di Avellaneda, che insulta Cervantes nel suo prologo, è Alfonso Martin Jimenez, cattedratico di teoria della letteratura all’università di Valladolid. Secondo lo studioso, Pasamonte scrisse l’apocrifa continuazione del primo volume del Quijote come vendetta nei confronti di Cervantes, per il modo in cui questi lo aveva descritto nel suo capolavoro, ridicolizzandolo sotto la figura di Gines de Pasamonte il più maligno dei galeotti liberati dal cavaliere della Mancia... su il Giornale di Brescia

# Pubblicato da staff in curiosità ~ 25.01.05 10:48 permalink