Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Ottobre 2006
domlunmarmergiovensab
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
archivi
biblioteche
curiositą
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1712201713

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Luigi Veronelli, il nettare della libertą

Era un re anarchico in ascolto Luigi Veronelli, «Sua Nasitą» lo definģ Gianni Mura, «Gastrosofo» lo avrebbe chiamato Fourier, era un Borges che si aggirava in una biblioteca di Babele dove i libri si trasformavano in bottiglie e viceversa, era un magicien de la terre quando con gestualitą ieratica portava il calice agli occhi, poi al naso e infine alla comunione del palato, quando si fermava silenzioso per ascoltarne il racconto, per inventarne la favola. Lo ricordiamo in una delle sue ultime uscite pubbliche, a Roma, per la conferenza stampa del «Terra e libertą/Critical wine» al centro sociale Forte Prenestino. Affaticato ma lucido, ci disse: «Ho studiato i maestri del socialismo e dell'anarchia e mi sono reso conto che non avevano capito l'importanza dei temi legati alla terra e quindi alla vita, non avevano previsto quello che sarebbe successo nel passaggio dall'artigianato all'industria alimentare, da un'agricoltura contadina a quella industriale, che tanti disagi stanno creando soprattutto nei giovani, che invece esigono di incontrarsi con una produzione reale che privilegi l'essere umano, la terra e i suoi frutti». La lotta biopolica contro il biopotere, direbbe qualche teorico... su Il Manifesto

# Pubblicato da staff in notizie ~ 02.12.04 10:06 permalink