Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Novembre 2005
domlunmarmergiovensab
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1412201714

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Fernanda Pivano a colloquio con Luciano Ligabue

l nuovo libro di Luciano Ligabue ( La neve se ne frega , Feltrinelli) è difficile da definire e anche difficile da capire. Una sbandata nella fantasia che forse sorprenderà la sua folla di adoratori: per non sorprenderli ci siamo fatti spiegare da questo grande artista, narratore e poeta, come mai ha scritto un libro così fuori dalla sua norma e ci ha risposto con la sua solita grazia e la sua solita chiarezza: «Nel film Dazeroadieci c’è una scena, ambientata al Bar Nettuno, dove delle ragazze e due attori stanno parlando del "come sono, chi sono, dove sono" e a un certo punto una di loro dice: "Siete proprio vecchi". Un ragazzo risponde: "Siamo nel mezzo del cammin di nostra vita" e il suo compagno gli dice: "Peccato che la metà più divertente sia già quella passata". Io l'ho fatto dire a loro, nel film, perché in quel momento quel passaggio lo stavo affrontando io. Allora ho pensato: "Come sarebbe bello poter vivere tutta una vita all'incontrario: nascere a settantanove anni e morire a zero, sapendo che ogni giorno si starà meglio e che si morirà mentre si sta giocando". Quella idea mi è rimasta in testa e nell'agosto dell'anno scorso mi è venuta voglia di immaginare quale poteva essere "il migliore dei mondi possibili": forse mi è venuta voglia di immaginarlo perché credo che in questo momento siamo molto lontani dal "migliore dei mondi possibili"...
Fernanda Pivano sul Corsera

# Pubblicato da staff in notizie ~ 21.06.04 11:02 permalink aggiungi un commento