Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Novembre 2005
domlunmarmergiovensab
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
biblioteche
curiositÓ
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100░
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1812201719

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Una ricognizione del pensiero di Jean-Luc Nancy

A poca distanza l'uno dall'altro, se non addirittura in contemporanea, escono tradotti in italiano due testi di Jean-Luc Nancy: All'ascolto, per Cortina e Il pensiero sottratto, per Bollati Boringhieri (senza contare La creazione del mondo, Einaudi, che li precede di non molto, e di Kiarostami. L'evidenza del film, Donzelli, proprio in questi giorni in libreria). Considerando che si tratta nel primo caso di un saggio breve e nel secondo di una raccolta sempre di saggi brevi scritti in differenti occasioni, il meno che si possa dire Ŕ che il pensiero di questo autore gode oramai di un credito consolidato. Figura di spicco della scena filosofica francese - come recitano le quarte di copertina - dopo la grande stagione dei vari Deleuze, Foucault, LÚvinas, Derrida e a partire da una cornice teorica formata soprattutto da Nietzsche, Heidegger e Bataille, Nancy lega il proprio nome a quello della comunitÓ almeno a partire dalla fine degli anni `80, quando, con un testo felicemente intitolato La comunitÓ inoperosa (Cronopio 1992), ha dato vita a un singolare intreccio di opinioni, con le voci di Blanchot, Agamben, JabÚs, e poi di Derrida e Esposito chiamate per prime a confrontarsi sul medesimo tema... Paulo Barone su Il Manifesto

# Pubblicato da staff in editori ~ 27.05.04 11:09 permalink aggiungi un commento