Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Novembre 2005
domlunmarmergiovensab
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1412201719

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
A vigevano: gli aspri inganni, After Sarajevo

Domenica 23 maggio alle 18, alla galleria d'arte contemporanea Borderline di Vigevano, la performance espressiva "Gli aspri inganni: after Sarajevo".
In occasione della presentazione della plaquette di poesie "Gli aspri inganni" (edita da Lietocolle, Como, 2004) e dell'e-book in versi "Sarajevo tapes" (Edizioni d'if, 2004), Italo Testa, autore dei due testi, e Simona Palmieri, artista multimediale, creatrice di opere che dialogano e interagiscono sulla pagina e sullo schermo con la scrittura poetica, porranno in opera, con l'intervento musicale di Francesco Guerri, una performance multiespressiva, servendosi della fisicità della voce, della corporeità della musica e della materialità dell'immagine.

Devi fare attenzione, orientare lo sguardo
in direzione del flusso: è bianco il velo
che lambisce i contorni, che accieca:

tu al bianco devi cedere, muto
aderire all'indifferenza delle cose.

(da "Gli aspri inganni", I)

"Gli aspri inganni" e "Sarajevo tapes" rappresentano due diversi approcci alla forma
poemetto, nel primo caso giocata su una scansione regolare, nel secondo
caso su una pluralità di registri. "Sarajevo tapes", in un certo senso, è
la dischiusura della percezione lirica intensificata ne "Gli aspri
inganni", o il tentativo di vedere che cosa accade quando una pratica del
mondo e una forma di scrittura sorvegliata, tesa, prova ad aderire a una
esperienza che la trascende e minaccia. Tra i due testi non vi è continuità
tematica - quanto all'oggetto - anche se in entrambi emerge quella
ricerca sul senso della corporeità come tramite con il mondo che li lega
anche all'esperienza artistica di Simona Palmieri. Inoltre, il testo di
"Sarajevo tapes" nasce anche da un confronto con altre pratiche artistiche,
favorito dal viaggio collettivo a Sarajevo e da un dialogo, sotteso, con
alre voci (così "giro tondo", o anche "prendi un'arancia", sono pensate come
vere e proprie installazioni verbali, e altri testi richiamano l'azione
scenica, e la danza).

Italo Testa è nato a Piacenza nel 1972 e vive a Venezia. Per la poesia ha
pubblicato nel 2004 "Gli aspri inganni" (lietocolle, Como); ha ricevuto nel
2000 il Premio Dario Bellezza e nel 2002 il premio Eugenio Montale per la
raccolta inedita. I suoi testi sono apparsi in antologie e sono presenti
sulle riviste: "Semicerchio", "Gradiva", "Le voci della luna", "La
clessidra", "Versodove", "Pelagos", "Specchio", "Nephos".

Simona Palmieri, per anni è stata performer con il gruppo teatrale i Motus.
Ha ricevuto il primo premio d'arte Mercedes Benz, per l'opera "Ofelia nasce
dall'acqua"; ha partecipato a Sarajevo alla Biennale d'arte dei giovani
dell'Europa e del Mediterraneo; è stata selezionata per il premio "Targetti
art light". Simona Palmieri è stata presentata a Vigevano nel 2002, con la personale
"Anatomica" (presso la galleria Borderline) e ha preso parte all'ultima
collettiva "Vie di fuga" del 2003.

Francesco Guerri è nato a Cesena nel 1977, dove vive e lavora. Si è
diplomato al Conservatorio Musicale di Cesena nel 2000: il suo strumento è
il violoncello. Francesco compie una ricerca nell'ambito dell'improvvisazione musicale,
sperimentando con il suo strumento un intenso coinvolgimento corporeo.
L'improvvisazione in cui si esibirà domenica si intitola "Violoncellosolo".

Borderline arte contemporanea
via del Popolo 15, Vigevano (Pavia)
Orari: venerdì, sabato 10/13 e 16/19; domenica 16/19
Info: tel./fax 0381 692318

# Pubblicato da staff in notizie ~ 21.05.04 09:35 permalink aggiungi un commento