Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Novembre 2005
domlunmarmergiovensab
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1612201710

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Nerone, l'incendiacuori

Macché despota, matricida e uxoricida, incendiario e persecutore di cristiani. L’imperatore più vituperato di tutti i tempi, al quale domenica e lunedì RaiUno dedica una fiction, era amato dal popolo. Ora è riabilitato da storici e saggisti. Passione per la musica e per la poesia, tanto più ridicola perché coltivata da un individuo del tutto privo di talento. Per milioni di persone, questa figura ha le inevitabili sembianze di Peter Ustinov nel Quo vadis? di Mervyn LeRoy. Ustinov diede vita a un indimenticabile Nerone, feroce e piagnucoloso, bramoso di ammirazione e condotto alla violenza dalle ripetute delusioni. Lo ricordiamo tutti mentre strimpella con voce sgraziata davanti alle fiamme che divorano Roma.
Oggi Nerone il Mostro non va più di moda, e la schiera dei suoi riabilitatori o ammiratori s'infoltisce senza sosta, mentre ciascuno rivendica un suo discutibile primato (l'elenco delle "prime riabilitazioni di Nerone" sarebbe davvero interminabile). Certo, le efferatezze di quell'imperatore sono innegabili, ma si preferisce insistere su altri aspetti, che ne esaltano la genialità politica e il rapporto speciale che lo legava alla plebe romana.
Qual è il valore scientifico di una simile visione? ... [Andrea Giardina su Il Messaggero]

# Pubblicato da staff in notizie ~ 18.05.04 14:52 permalink aggiungi un commento