Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Maggio 2006
domlunmarmergiovensab
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1212201718

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Filosofi e teologi s'incontrano sul Monte Athos

Al viaggiatore Marco Polo che - diretto verso Oriente – passava davanti alla penisola dell’Athos, fu detto che in quella lingua di terra abitavano i discendenti degli antichi filosofici greci. Ricorda bene questo dato Lucio Saviani, giovane ricercatore dell’Istituto italiano per gli stufi filosofici, che nel suo nuovo libro dedicato alla “santa montagna” (“Sull’Athos. Tracce d’una via filosofica”, impreziosito dalle immagini di Oliviero Olivieri ed edito dalle casertane Edizioni saletta dell’Uva) si lascia affascinare, prima ancora che dalla mistica o dalla disciplina ascetico-spirituale, dalla continuità tra la “vera filosofia” degli antichi greci e il “metodo” della meditazione esicasta e da qui prende le mosse per ricostruire il suo itinerario alle radici della spiritualità orientale. Un cammino, il suo, che è stato reale, costellato di incontri con i monaci, ma anche di ritiri in solitudine e raccoglimento. E’ un percorso, ancora, soprattutto filosofico e teologico insieme, ricco di tappe, di ostacoli e segnali, di rimandi e direzioni, in cui intorno al divino dialogano idealmente antichi filosofi dell’Ellade, padri della Chiesa e pensatori contemporanei. Insomma, un’esperienza di pellegrinaggio, nello spazio e nel tempo, nel pensiero, nella carne dell’uomo e nella carne dei libri, e nello Spirito, quella che ha dato origine a queste pagine dove Saviani – che ha dedicato vari saggi all’ermeneutica contemporanea, in particolare alle sue ascendenze nietzscheane e heideggeriane – soffermatosi sull’esicaismo e la tradizione apofatica, avvicina poi vari temi raccogliendoli sotto forma di “voci” (monaco, montagna, silenzio, bellezza, immagine, verità, viaggio, solitudine, philìa, straniero, ospite) voci che ci interrogano ben oltre la loro comune relazione essenziale con i luoghi, le icone, i riti, i testi, le storie degli igumeni e dei monasteri. E qui ben si avverte oltre l’eco dei colloqui avuti dall’autore con i monaci athoniti, quello dei suoi recenti scritti su Jankélévitch, Florenskj, Zambrano, Pareyson, Nietzsche, Jabès, qui chiamati a raccolta sui viottoli e i selciati della Santa Montagna che Innocenzo III chiamò “Porta del cielo”.
Recensione di Marco Roncalli

# Pubblicato da Rosa Pierno in interventi ~ 04.05.04 17:20 permalink 1 commento