Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Novembre 2005
domlunmarmergiovensab
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
biblioteche
curiositÓ
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100░
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1412201709

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Internet: 21 milioni i navigatori italiani

Cresce Internet in Italia. Secondo i dati rilevati dall' ultimo rapporto 2004 dell' Osservatorio Aie (Associazione italiana editori) sull'editoria digitale, sono ormai 21 milioni gli italiani che navigano, pari al 43% della popolazione. Questo il dato rilevato dall' Ispo di Renato Mannheimer, che oggi a Milano ha presentato gli ultimi dati riguardanti il rapporto tra Internet ed editoria.
Dalla ricerca emerge che quasi la meta' di coloro che fanno uso di Internet sono disposti anche a pagare per continuare ad accedere a contenuti editoriali e informativi. Tra costoro anche gli insegnanti, che dicono di essere disponibili a pagare di tasca propria.
E' quanto emerge dalle due indagini commissionate dall' Aie agli istituti di ricerca Ispo (di Mannheimer) e Iard (Franco Brambilla). Secondo quanto sottolineato da Mannheimer almeno l'85% della popolazione che naviga ha utilizzato nell'ultimo semestre almeno un sito a contenuto informativo. Non solo: quasi la meta' sarebbe disposta a pagare per accedervi, per avere in particolare una maggiore velocita' del servizio, una maggiore ricchezza dei contenuti ed eventuali aggiornamenti. La ricerca Iard focalizzata sugli insegnanti ha invece rilevato che il 43% e' disposto a pagare di tasca propria, una percentuale che sale al 70% se fossero possibili detrazioni fiscali.
Tra i dati della ricerca, molto ricca e complessa, questo: cresce la frattura culturale tra gli italiani definiti ''tecnologici'' (17%), e quelli definiti ''tradizionalisti'' (47%). I secondi consultano Internet come se sfogliassero un libro; i primi ne sono a tal punto fruitori da arrivare a ragionare e a parlare secondo il linguaggio delle nuove tecnologie. (fonte Ansa)
A pensarla diversamente (dati alla mano - pdf - ) Ŕ falsoidillio sul suo blog.

# Pubblicato da romanzieri in notizie ~ 30.03.04 15:58 permalink aggiungi un commento