Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Maggio 2006
domlunmarmergiovensab
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Febbraio 2006
Gennaio 2006
Dicembre 2005
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1412201709

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Erbari sul web

Gli erbari sono un mondo incredibile e affascinante.
Lo studio delle erbe ha, naturalmente, una tradizione millenaria e fin dall’antichità le piante medicinali venivano assunte come simplicia, cioè come rimedi semplici e il cui sapere era in larga parte monopolio delle donne.
Nel rinascimento ai Giardini Botanici si affiancano gli Erbari e gli erbari figurati, nati con intenti scientifici e all’interno di istituzioni universitarie, poiché, per quanto intrisa di credenze medievali, la storia della farmacologia comincia a partire da qui. Vengono pubblicate le prime opere a stampa come l’Hortus Sanitatis, tra i più bei volumi stampati nel Cinquecento, ma è solo nel 18. secolo, con Carlo Linneo, che si stabiliscono delle precise regole per classificare e denominare le piante.
Nel mondo esistono 55 principali erbari dove si conservano più di 130 milioni di tipi di piante essiccate. Qui si raccontano due erbari della Biblioteca Casanatense. L’erbario dell’Università di Padova, che conserva collezioni del ‘700, quello dell’Università di Bologna con collezioni che vanno dal 16. al 20. secolo.
E infine una nota sulle guerre che annientano la memoria, oltre che l’umanità: il grande erbario di Berlino con 4 milioni di campioni fu distrutto dal fuoco durante la seconda guerra mondiale.

# Pubblicato da Laura Rinaldi in risorse web ~ 01.03.04 15:54 permalink 2 commenti