Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Novembre 2005
domlunmarmergiovensab
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1412201708

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Mario Sironi - La grande decorazione - visita alla mostra


L'esposizione
Come premessa devo dire che non amo Mario Sironi, d’altra parte la mostra alla Pinacoteca Nazionale di Bologna è l’occasione per scoprire il Sironi delle opere d’arte pubbliche, quelle realizzate grazie alla committenza statale tra la fine degli anni venti e i primi quaranta.
La mostra è suddivisa in quattro sezioni (“didattica introduttiva”, “grandi cartoni”, “studi e bozzetti”, “schizzi e appunti”) e illustra con precisione museografica questo percorso dell’artista.
Straordinari, nella sala centrale, i grandi cartoni preparatori le cui dimensioni enfatizzano la poetica sironiana: fra tutti i Rex Imperator e Dux per il sacrario della Casa Madre dei Mutilati di guerra a Roma del 1936-38, e La giustizia fiancheggiata dalla legge del 1936-39 per l’Aula della Corte d’Assise d’Appello Penale del Palazzo di Giustizia di Milano.

Ovunque nel mondo, negli anni venti e trenta del novecento, una domanda assilla gli artisti, siano essi quelli legati alla Bauhaus o i costruttivisti russi, i muralisti messicani o Léger, ed è la domanda su quale sia il ruolo dell'artista nel mondo contemporaneo: l'idea sironiana della grande decorazione è una delle risposte all’inquieta riflessione sulla destinazione dell'arte.
Nella sua opera e nei suoi scritti sull'arte, Sironi ribadì infatti la necessità del ritorno alla decorazione di grandi superfici murarie, non per tornare al passato ma per realizzarvi un’arte che aderisse alla modernità: “Grande decorazione furono le tombe tebane, gli affreschi di Masaccio e di Piero della Francesca, e la Cappella Sistina”, queste le sue parole.
Questa parte così importante della produzione di Mario Sironi costituisce il nucleo centrale della mostra, prendendo in esame una selezione di circa cinquanta delle opere di grandi dimensioni e di un centinaio dei disegni e tempere più piccoli, e offrendo il panorama spettacolare di un corpus grandioso, di straordinario interesse e ancora in gran parte poco noto, “l’officina” dalla quale scaturirono le opere pubbliche del ventennio.


# Pubblicato da in interventi ~ 23.01.04 16:20 permalink aggiungi un commento