Romanzieri.com, biblioteca digitale ebook. Oltre 400 TITOLI GRATUITI con un click del mouse
ID
PW
Novembre 2005
domlunmarmergiovensab
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930




ebook prelevati oggi
lettori online
--- ebook
Scarica gratuitamente il software per leggere i nostri ebook
--- ebook
antologica
biblioteche
curiosità
digitalMente
e-book
editori
f.a.q.
filosofia
interventi
letteratura
multilingua
musica
notizie
preistoria
risorse web
sartre100°
visioni
--- ebook
Archivio
oggi
Novembre 2005
Ottobre 2005
Settembre 2005
Agosto 2005
Luglio 2005
Giugno 2005
Maggio 2005
Aprile 2005
Marzo 2005
Febbraio 2005
Gennaio 2005
Dicembre 2004
Novembre 2004
Ottobre 2004
Settembre 2004
Agosto 2004
Luglio 2004
Giugno 2004
Maggio 2004
Aprile 2004
Marzo 2004
Febbraio 2004
Gennaio 2004
Dicembre 2003
--- ebook
XML o KLIP
--- ebook
Powered by Movable type
--- ebook
Queste pagine utilizzano il font Georgia, se non lo possiedi scaricalo chiudi
1412201721

ebook

biblioteca ebook a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z tutte
Camille Claudel

“Il 19 ottobre 1943 Camille Claudel muore nel manicomio di Montdevergues dopo un internamento durato trent’anni. Sorella del poeta Paul Claudel era nata a Fère-en-Tardenois l’8 dicembre 1864. Scultrice dall’infanzia, allieva di Rodin a Parigi, è lei stessa artista riconosciuta dai contemporanei. Una delle sue ultime opere è un Perseo che taglia la testa di Medusa. A partire dal 1913 non scolpirà più. Che Camille Claudel sia stata tenuta fuori dal cerchio chiuso del mondo per la sua audacia, è probabile. Quel che è meno probabile è che non ci fossero altre vie da percorrere. Molte cose sono state dette e scritte su di lei. Ma la storia, spesso, rimane muta. Non dice il come e il perché di molti eventi della sua esistenza. Impossibile colmare la distanza e raggiungere la profondità della lontananza. Di lei, rimangono alcune sculture, alcune lettere e un nome, ultimo esile ancoraggio alla realtà.”

Un percorso interiore quello che Paolina Preo dedica a Camille Claudel (Vita immaginaria di Camille Claudel, scultrice, Giunti, 1993), quasi poetico, tra il reale e l’invenzione narrativa raccontato attraverso l’affiorare dei ricordi, striato dalla visione di Perseo e Medusa e dalla follia di un temperamento creativo troppo ardente per i tempi.
Su Camille Claudel (quasi sconosciuta fino agli anni ’80) anche:
Anne Delbèe, “Una donna chiamata Camille Claudel”, Ed. Tea, 1995
Brigida Di Leo, “Camille Claudel - Il prezzo della creatività”, Selene Edizioni, 2001
una parte di: Simone de Beauvoir, “La donna e la creatività”, a cura di Tiziana Villani, Mimesis, 1993:
“Vi sono donne testarde che scelgono di sacrificare tutto pur di dipingere o scolpire. Ma esse spendono molte forze in questa lotta, molte forze per fronteggiare l'opinione pubblica e per vincere le intime resistenze degli altri....”
un film di Bruno Nuytten tratto dal testo “Camille Claudel” di Reine-Marie Paris con, come interpreti, Isabelle Adjani e Gérard Depardieu
e infine sul web:
la vita
visita virtuale delle opere di Camille Claudel al museo Rodin di Parigi

# Pubblicato da in interventi ~ 11.01.04 23:24 permalink aggiungi un commento