Addio a Marie Louise Haumont

(11-02-2012 - romanzieri in news.)

La scrittrice belga di lingua francese Marie Louise Haumont, autrice del romanzo «Il viaggio» con cui vinse il prestigioso Prix Femina nel 1976, è morta all’età d 93 anni nella sua casa di Alsemberg, a sud di Bruxelles. Nata il 19 gennaio 1919 a Bruxelles, subito dopo la seconda guerra mondiale iniziò la carriera di giornalista a Parigi, lavorando inizialmente per «Combat». In seguito, con il suo futuro marito, Jacques Mourgeon, Haumont creò «Tele Revue», passando poi a collaborare con varie riviste. Come narratrice fu scoperta dallo scrittore francese Raymond Queneau, che la sostenne nelle sue prime pubblicazioni di racconti e la presentò all’editore parigino Gallimard. Haumont si affermò con il romanzo «La giornata di madame Pline» (1974), storia simbolica della sarta Suzanne Pline. Nel 1976 arrivò la consacrazione con «Il viaggio», che vede protagonista una donna matura in preda ad una profonda crisi narrata attraverso quattro giorni della sua vita. Questo romanzo le meritò il Prix Femina, terza autrice belga ad ottenere il riconoscimento letterario francese. Nel 1981 pubblicò «La spugna», storia di un uomo che trova nel teatro la sua felice condizione esistenziale. Tra i suoi romanzi più recenti figurano «Un piccolo regno», «Una notte a San Martin Pinario» e «L’ultimo tango di Tobia Stern».

nessun commento

Aggiungi un commento