Futuristi in Calabria

(06-12-2009 - romanzieri in news.)

Conoscere uno dei movimenti artistico-culturali più rivoluzionari del ’900 e approfondire il rapporto tra Futurismo e Questione Meridionale. Ma anche potenziare l’offerta culturale della Calabria, che nel turismo culturale può trovare un’opportunità di rilancio. Sono questi gli obiettivi principali della mostra ‘Zang Sud Sud. Boccioni, Balla, Severini e il Futurismo meridionale, a cura di Tonino Sicoli e Alessandro Masi, che sarà esposta presso il Museo del Presente di Rende fino al 31 dicembre prossimi. Il centenario della nascita del Futurismo (1909-2009) ha suggerito l’opportunità di rivisitare uno dei movimenti artistici d’avanguardia, per eccellenza, del Novecento. La mostra propone una panoramica sul movimento fondato da Marinetti e Boccioni, dagli albori del Primo Futurismo fino al Secondo Futurismo, nonché un esame dei rapporti fra Futurismo e questione meridionale, dal Manifesto di Boccioni ai Pittori Meridionali (1916), ai calabresi Antonio Marasco, Enzo Benedetto, Armiro Yaria e Angelo Savelli. Perchè molti sono gli artisti calabresi che hanno rappresentato la fioritura del movimento per quarant’anni. E molte sono le opere degli anni Dieci e Venti, anni cruciali di battaglie e proposte, realizzate da artisti audaci e innovatori. Le opere della mostra provengono da alcune collezioni private italiane fra le più interessanti per varietà e complessità. Fra le figure principali – tra questi anche i calabresi Umberto Boccioni, Antonio Marasco, Enzo Benedetto, con i grandi autori come Giacomo Balla, Gino Severini, Carlo Carrà, Enrico Prampolini. E inoltre Luigi Russolo, Ardengo Soffici, Mario Sironi, Gerardo Dottori, Fortunato Depero, Francesco Cangiullo, Arturo Ciacelli, Tullio Crali, Benedetta Marinetti, Emilio Notte, Mino Delle Site, Julius Evola, Ginna, Antonio Marasco, Virgilio Marchi, Bruno Munari, Ivo Pannaggi, Ugo Pozzo, Pippo Rizzo, Joseph Stella, Tato, Alberto Bragaglia, Angelo Savelli, Armiro Yaria, Giulio D’Anna, Angelo Rognoni, Aligi Sassu, Ricas, Luigi Rapuzzi, Guglielmo Peirce, Mario Pompei, Novo, Angelo Maino, Mario Lepore, Achille Lega, Carlo Erba, Augusto Favalli, Mario Guido Dal Monte, Attilio Crepas, Vasco Battistoni, Aterol.

Interessante: Francesco Meriano, L’uomo e lo stile

nessun commento

Aggiungi un commento