Le sei regole di François Fosca

(30-11-2009 - romanzieri in news.)

1.
Il caso che costituisce la base del racconto è un mistero apparentemente inesplicabile.
2.
Uno o più personaggi, simultaneamente o successivamente, vengono considerati, a torto, colpevoli, perché indizi superficiali sembrano designarli tali.
3.
Una minuziosa osservazione dei fatti, materiali e psicologici, seguita dall’esame delle testimonianze e, soprattutto da un rigoroso ragionamento, trionfano su tutte le teorie affrettate. Colui che compie un’analisi non indovina: ragiona e osserva.

4.
La soluzione, che concorda perfettamente con i fatti, è assolutamente imprevista.
5.
Più un caso sembra straordinario, più è facile da risolvere.
6.
Quando sono state eliminate tutte le soluzioni impossibili, quella che rimane, anche se in un primo momento può sembrare incredibile, è la soluzione giusta.

nessun commento

Aggiungi un commento