Sergio Sozi, Il menu

(25-09-2009 - romanzieri in news.)

Un romanzo che racconta l’ipotesi futuribile di Sergio Sozi riguardo ai prossimi decenni. È «Il menu», edito da Castelvecchi, che racconta cambiamenti che allo stato attuale stupirebbero, dall’abolizione della pizza all’Italia come leggenda metropolitana. «Tutto comincia con l’abolizione della pizza. In Italia non si poteva più fare… Fuori la sapevano far meglio!», così scrive Sozi, che ambienta il suo romanzo nell’anno 2046. New Miami è ciò che rimane dell’antica Roma, con 5467 residenti. In Buruguay, capitale Washington, si parla anglo-italo, e solo qualche nostalgico scrive ancora in italiano. Un tempo la pizza non era la specialità di New York, e non era stata ancora proibita per legge nella fu Italia. I cittadini guardavano la televisione, parlavano al telefono e guidavano automobili. Esistevano giornali e addirittura circolava Letteratura. Quel tempo è smarrito, ma il recupero del diario di un vecchio poeta, Cesare Menicucci, restituisce memorie del 1984 e del 2003: si racconta di quando chiuse l’ultima biblioteca italiana, certificando l’assoluta illeggibilità di otto testi su dieci composti dal 1200 ad oggi.

2 commenti

(cesare menicucci il 31-01-2010 alle 18:32 pm #)

Caro Sozi, mi dispiace che nel lontano futuro la pizza non si farà più in Italia, ma potrei modificare il diario. Ciao

(Sergio Sozi il 21-09-2014 alle 16:50 pm #)

Lei si chiama veramente Cesare Menicucci? Per carita’, non scriva niente!

Aggiungi un commento