Quelle canzoni di protesta fra le risaie del nord

(31-05-2009 - romanzieri in news.)

Sono venti donne, in maggioranza più che ottantenni, che cantano le antiche canzoni di protesta, d’amore o di melanconia nate nelle risaie, tanti decenni fa. Le più anziane, fin da giovanissime, hanno lavorato come mondine nelle risaie del vercellese, un duro mestiere che ha trovato la sua fine negli anni ’60, con l’arrivo della meccanizzazione. Venivano da Novi, un paese della bassa modenese. Ogni anno, dall’età di 13-14 anni, andavano in Piemonte per la stagione della monda. Dopo giornate di più di dieci ore di lavoro, vivevano in grandi cameroni, in uno stato di quasi reclusione, controllate a vista da padroni e intendenti, con il solo obiettivo di tornare a casa con un qualche soldo in più.
Questa vita difficile è oggi il loro punto di forza. Hanno formato il Coro delle Mondine di Novi, che ormai gira il mondo ed è accolto, dappertutto, da grande commozione. Il giovane regista Andrea Zambelli ha dedicato loro un bellissimo documentario, Di madre in figlia, che ha aperto giovedì sera la seconda stagione di Histoires d’It all’istituto culturale italiano di Parigi, una rassegna (fino al 9 luglio) attraverso la quale la direttrice Rossana Rummo vuole presentare al pubblico francese il nuovo documentario italiano…
il manifesto

un commento

(giarina il 01-06-2009 alle 07:58 am #)

delle mondine è anche la versione originale di bella ciao.
http://www.youtube.com/watch?v=3iNMuOSRreY

Aggiungi un commento