Pesaro: libri per la campagna elettorale

(28-05-2009 - romanzieri in news.)

Fa campagna elettorale seguendo il suo istinto di lettrice ed editor per professione. Invece dei tradizionali “santini” regala libri nuovi e usati. Cristina Tizian, candidata al consiglio comunale di Pesaro con la lista del sindaco uscente Luca Ceriscioli (Pd), lascia in giro nei bar, al mercato, in piazza volumi di saggistica, narrativa, epica, di storia, e persino di ricette. Ne ha comprati mille, li ha avvolti nel cellophane insieme ad una brochure con il suo nome e il suo slogan, ‘Stavi cercando proprio me? Per me la cultura è dappertutto, e ha quasi finito di distribuirli. Quarantasei anni, due figli, editor di narrativa alla Rizzoli, una laurea in letteratura francese e un diploma di interprete la Tizian si candida per la prima volta. Ha puntato tutto sui libri perché sono il suo mondo, ma coltiva anche la speranza che le opere seminate in città vengano lette davvero, anche da chi vota per il centrodestra, il cui leader, peraltro, è anche editore. In un paese in cui la media dei lettori «forti» (da uno ad almeno tre libri l’anno) è bassissima, la sua appare forse l’idea più ambiziosa della campagna elettorale: “Mi è sembrato un modo carino e naturale di fare campagna elettorale – spiega – e spero tanto di essere eletta. Anche perché incontro gente che mi chiede sempre nuovi libri, persino al bar. Sarebbe un grande traguardo entrare in consiglio grazie alla cultura”.

nessun commento

Aggiungi un commento