Biovisioni, un blog di bio-etica

(12-06-2007 - Massimo Sannelli in news.)

Da letterato che fa letteratura, tendo a segnalare ciò che è affine al letterato che fa letteratura. Ora, non tutti i blog sono letterari: questo, Biovisioni, è dedicato alla discussione sui temi della vita e della bioetica. Da tenere presente, per conoscere cose che feriscono il senso comune. Il blog è curato da Domenico Lombardini, che è anche poeta, e Davide Visigalli. Lo stesso Lombardini scrive: «Nel fondo del fondo nessuna persona atea o agnostica che sia potrà mai asserire “Dio non esiste”. Essa cova il dubbio continuo alla base della razionalità, del relativismo che ha liberato l’uomo dall’assolutismo gettandolo però nell’incertezza totale. L’uomo paradossalmente si fa più umile nella natura in quanto ateo piuttosto che nella metafisica dinanzi a Dio. Per questo mai un uomo degno e che rispetti la sua intelligenza, e che non riesca a lanciarsi anima e corpo oltre la barriera per lui invalicabile del raziocinio verso la fede, potrà mai asserire dinanzi agli uomini “Io ho la verità”. Per questo, e non per altro, l’aborto è un dramma, per questo dubbio, e anche perchè l’aborto interrompe il meccanismo meraviglioso dell’ontogenesi che con una forza inaudita giorno dopo giorno crea livelli crescenti di ordine, correndo furiosamente alla parte opposta alla morte, verso livelli entropici sempre minori tendenti a zero. Questa pagina lievemente lirica a parziale critica del post precedente: nessuno potrà mai dichiararsi abortista, nel senso che l’aborto è sì una tragedia, ma una tragedia purtroppo necessaria»

nessun commento

Aggiungi un commento